Miriàm

Storia laica di una nascita annunciata

immagine in nome della madre

TELA DI ©ANDREAS ZAMPELLA 

 


"È in fondo senza peso,

lo sputo di un minuto, il concorso maschile.

In questa storia manca,

senza che se ne senta la mancanza."

 

Regia

Adriana Follieri


Musiche originali

Pasquale Termini


Con

Dora De Maio

Fiorenzo Madonna


Voce

Adriana Follieri


Violoncello

Pasquale Termini



 

Il reading Miriàm è un elogio alla semplicità.

Incastro tra narrazione e poesia che con pochi, sentiti elementi, si fa teatro.

É il racconto universale della nascita e della morte, di una maternità profondamente laica che pure si riconosce nei nomi e nei luoghi di una fede nata senza il sospetto del proselitismo.

Storia di un Cristo nella pancia di sua madre, racconto intenso di nove mesi di paura, solitudine, incomprensione, stelle guida e stupore di fronte all’inatteso.
La scena è quasi vuota, solo un luogo da riempire con voce accompagnata, presa per mano, da note, ritmo e melodia di viaggio, e poi azioni come tratti di pennello mostruosi e incantevoli, che mostrano agli occhi i luoghi impossibili di una storia possibile.


“Io amo la vita/ perché se morissi/ non sopporterei il pianto di mia madre.”

Promo Miriàm 

Condividi

Submit to Facebook Submit to Twitter Submit to LinkedIn